Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Piero Ambretti

 

“GIOVANI, E’ UNA QUESTIONE DI STILE…DI VITA”. GIOVEDI’ L’ATTESO CONVEGNO IN GRAN GUARDIA PER SVELARE I RISULTATI DELL’INNOVATIVO PROGETTO “BE ACTIVE

Non solo giochi in piazza e promozione sportiva nella “Settimana dello Sport” firmata Coni Point di Rovigo. Dopo la riuscita giornata “A Tutto Sport”, che sabato 26 maggio ha raccolto ai Giardini del castello di Rovigo centinaia di ragazzi, il team a cinque cerchi si appresta a proporre alla città un nuovo evento, questa volta di carattere educativo e culturale. Giovedì 31 maggio, con inizio alle 18, la Sala Gran Guardia in piazza Vittorio Emanuele II a Rovigo ospiterà il convegno dal titolo “Giovani, è una questione di stile…di vita – L’esperienza Be Active”. Un appuntamento fortemente voluto dal Coni Point di Rovigo per aprire un dialogo diretto con scuole, famiglie, società sportive, federazioni e qualsiasi altra realtà in contatto con le nuove generazioni, sui delicati temi dell’obesità giovanile e della promozione di uno stile di vita sano. L’incontro ruoterà soprattutto attorno all’attesa divulgazione dei risultati scientifici ottenuti attraverso il progetto “Be Active”, iniziativa sperimentale di straordinario interesse che nel corso dell’intero anno scolastico ha visto alcune classi di scuole primarie della provincia cimentarsi nelle così dette “pause attive” in orario scolastico: semplici esercizi ripetuti negli intervalli tra una lezione e l’altra, finalizzati alla stimolazione di un regime di vita più attivo e sano.

Il problema della perdita di efficienza fisica nella popolazione giovanile è un fenomeno generalizzato in tutti i Paesi industrializzati e che investe gli individui precocemente, già nell’età della scolarizzazione. Il fenomeno della diminuzione dell’attività fisica nei bambini e negli adolescenti si riflette direttamente non solo nel crescente problema del sovrappeso e dell’obesità, ma anche nel peggioramento delle prestazioni motorie e degli indici di efficienza fisica, con tutte le conseguenze negative a livello cardiovascolare e metabolico. Oltre che costituire fattori di rischio per la salute, sovrappeso e obesità condizionano le tappe dello sviluppo motorio poiché limitano le prestazioni dei bambini, in particolare sui compiti che richiedono lo spostamento del corpo in orizzontale e in verticale. L’attività motoria costante e regolare assume un ruolo importante come forma di tutela della salute, per prevenire le conseguenze sociali, economiche e sanitarie derivanti dall’aumento del sovrappeso e obesità infantile e giovanile (oltre che adulta).

Tutte considerazioni che hanno portato Coni Point di Rovigo e l’Ufficio scolastico provinciale a proporre con forza e a sostenere “Be Active”, progetto ideato, coordinato e costantemente monitorato dal professore Piero Ambretti, grazie alla collaborazione con alcuni esperti in educazione motoria già inseriti nel progetto “Sport a Scuola” coordinato dal Coni Point di Rovigo e sostenuto dalla Fondazione Cariparo attraverso il bando “Sportivamente”. La ricerca condotta nelle scuole non si è fermata alle “pause attive” e all’analisi dei risultati ottenuti in orario scolastico, ma ha scavato anche nella quotidianità di un numero considerevole di alunni per comprendere a fondo quale sia il loro stile di vita e come possa essere migliorato. Uno studio approfondito e metodico che ha portato a risultati sorprendenti, che saranno esposti nel dettaglio da Piero Ambretti e da Fabio Vettorello, referente per l’educazione motoria dell’Ufficio Scolastico provinciale, durante il convegno di giovedì 31 maggio.

Dai dati si passerà poi ai consigli pratici. Nella seconda parte dell’evento la parola passerà alla nutrizionista Laura Cominato che esporrà le Buone regole dell’alimentazione giovanile”, dispensando consigli su come si possa migliorare il proprio stile di vita già a tavola durante i pasti. Il convegno si pone, dunque, come imperdibile occasione di aggiornamento per insegnanti e dirigenti scolastici, per tecnici e allenatori e naturalmente per i genitori, soprattutto quelli dei bambini coinvolti direttamente in “Be Active”. L’ingresso è gratuito. Per confermare la propria presenza è possibile scrivere all’indirizzo comunicazione.coni@gmail.com.

 

PROGRAMMA