Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Da sx Taschin e Corazzari

 

 

UN INCONTRO PER SVELARE I NUOVI BANDI REGIONALI DEDICATI ALLO SPORT.

AMMINISTRAZIONI E SOCIETA’ SPORTIVE CHIAMATE A RACCOLTA LUNEDI’ 10 FEBBRAIO

Regione Veneto e Coni Point di Rovigo ancora a braccetto per il bene dello sport polesano. Sono stati pubblicati da pochi giorni i nuovi bandi regionali dedicati allo sport, una mano tesa verso le iniziative sportive locali, sia private che pubbliche. Spetterà ancora una volta al Coni Point di Rovigo il compito di fare da tramite per portare a conoscenza di tutti queste nuove opportunità di sostegno per il movimento polesano. Lunedì 10 febbraio 2020, dalle 21, la Sala Mediateca del Palazzo delle federazioni in viale Porta Adige 45/G a Rovigo (sopra Alìper) ospiterà un incontro finalizzato all’introduzione dei bandi 2020 proposti dalla Regione Veneto a favore dello sport. Un confronto che si rinnova dopo gli analoghi appuntamenti organizzati gli anni scorsi sempre in collaborazione con il Coni Point di Rovigo. A illustrare nel dettaglio i bandi preparati a Palazzo Balbi sarà come sempre l’assessore regionale allo sport Cristiano Corazzari, affiancato da alcuni funzionari della Regione Veneto.

Vari i filoni di contribuzione: da quello al sostegno della pratica sportiva attraverso l’organizzazione di corsi di avviamento all’attività motoria, a quello finalizzato all’organizzazione di eventi sportivi, senza dimenticare la promozione dello sport a scuola e il bando destinato al binomio sport e disabilità.

L’invito a partecipare è rivolto a tutte le federazioni ed enti di promozione provinciali, ai rappresentanti di società sportive e altre realtà private, ma anche e soprattutto agli amministratori pubblici polesani e alle istituzioni scolastiche.