Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

DSC 3327

 

 

La magnifica Villa Contarini di Piazzola sul Brenta, in provincia di Padova, ha ospitato “Sport veneto in Rosa”, manifestazione organizzata dal Coni Regionale, per rendere omaggio allo sport femminile e per premiare le squadre che hanno vinto lo scudetto e alcune delle atlete che maggiormente si sono messe in luce negli ultimi mesi.

E’ la prima iniziativa del genere in Italia da parte di un comitato regionale del Coni. “Se il Veneto primeggia nello sport- ha detto il presidente Gianfranco Bardelle – buona parte del merito è proprio degli eccezionali risultati ottenuti dalle ragazze. Secondo i dati ufficiali dell’Istat la nostra regione è seconda solo alla Lombardia come numero di praticanti e di titoli vinti e questo è motivo di grande orgoglio e di soddisfazione. Per cui sono felice di poter dare un riconoscimento alle nostre atlete, certo che tra un anno ci ritroveremo per festeggiare altri prestigiosi traguardi raggiunti dalle nostre squadre e dalle ragazze. Lo sport femminile è sempre più importante nel panorama nazionale e mondiale ed è logico che il Coni valorizzi ancor più l’intero movimento”.

“Sarebbe giusto – ha proseguito Bardelle – che anche da parte delle Istituzioni della Regione ci fosse maggior attenzione per lo sport femminile perché la crescita morale e fisica della nostra gioventù passa inevitabilmente anche attraverso lo sport”.

Erano comunque presenti gli assessori allo Sport di Padova e di Schio, Diego Bonavina e Aldo Munarini, oltre, naturalmente gli assessori di Piazzola sul Brenta, Nicol Ranzato e Cristian Tonello.

Dopo aver ascoltato l’Inno degli Italiani, si è proceduto in rapida successione, alle premiazioni. A condurre la serata, il giornalista della Rai, Luca Ginetto.

Questo l’elenco delle premiate e relativa specialità.

Eugenia Orlando di Treviso, campionessa italiana di distensione pesistica su panca;

Sofia Benetti, di Verona, seconda nel tiro a segno alle Olimpiadi giovanili, campionessa nazionale con record mondiale stabilito in coppa del Mondo in Corea:

Alba De Silvestro, di Padola di Comelico Superiore, Belluno, campionessa italiana di sci alpinismo, tricolore nella staffetta;

Giulia Gaspari, di Cortina D’Ampezzo, Belluno, campionessa italiana di slalom parallelo snowboard;

Lisa Bolzan, di Orsago, Treviso, campionessa nazionale di skiroll in piano;

Sabina Milan, di San Giorgio Delle Pertiche, Padova, campionessa italiana di pesca alla trota in lago e in torrente;

Ottavia Cestonaro, di Vicenza, campionessa italiana di salto triplo indoor, specialista di prove multiple:

Federica Pellegrini, di Spinea, Venezia, assente, ma lo tesso applauditissima;

Margherita Panziera, di Montebelluna, Treviso, campionessa europea sui 200 dorso a Glasgow, tre titoli nazionali nel 2018;

Barbara Pozzobon, di Maserada sul Piave, Treviso, vincitrice della Coppa del Mondo di gran fondo;

Marcella Filippi, di Bergamo, che gioca con la Famila Schio, campionessa del mondo di 3x3 di basket;

Maria Vittoria e Costanza Marchiorello, di Bassano del Grappa, Vicenza, nazionali di polo, campionesse d’Europa;

Anna Cavallaro, di Verona, ginnasta, campionessa nazionale di volteggio;

Jenny Lavarda di Marostica, Vicenza, 23 volte campionessa italiana di arrampicata sportiva;

Diana Gaspari, di Cortina D’Ampezzo, Belluno, campionessa italiana a squadra di curling;

Stefania Gobbi, di Padova, campionessa italiana e vice campionessa del mondo di canottaggio:

Asja Maregotto, di Camposampiero, Padova, campionessa del mondo e d’Italia di canottaggio juniores;

Erica Cipressa, di Venezia, tricolore di fioretto a squadre;

Eleonora De Marchi, di Castelfranco Veneto, Treviso, tricolore di spada a squadre;

Anna Zanusso, di Castelfranco Veneto, Treviso, vincitrice dell’Annika Invitational Europe di golf giovanile.
Lantech-Longwave Plebiscito di Padova nella pallanuoto, presente al gran completo;

Famila Wuber Schio nel basket;

Imoco Conegliano nella pallavolo.

Premiata anche la giornalista Antonella Stelitano, unica donna che ha fatto parte del gruppo internazionale che ha redatto per il Vaticano il docimento “Dare il meglio si sé”, che ha detto una cosa molto significativa, e cioè che “Lo sport è lo strumeno per migliorare il mondo”.

C’è stata qualche defezione, dovuta a impegni di natura sportiva, ma questa prima edizione di “Sport veneto in Rosa”, è stata un successo e, forse, ha aperto a una nuova visuale sull’importanza crescente dello sport femminile.

DSC 3324  DSC 3339  DSC 3333  DSC 3344  DSC 3346  DSC 3348  DSC 3351