Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Lo Sport non ci sta annullata

 

ANNULLATA LA MANIFESTAZIONE DI SABATO IN PIAZZA A ROVIGO. LUCIO TASCHIN: “LA SITUAZIONE CHE SI STA CREANDO NON CONSENTE ALCUN RISCHIO”

“Ci siamo confrontati con il sindaco di Rovigo, Edoardo Gaffeo, e con il presidente regionale del Coni, Gianfranco Bardelle, e abbiamo concordato che è opportuno annullareLo Sport non ci sta’, la manifestazione prevista per domani sera alle ore 18.30 in Piazza Vittorio Emanuele II a Rovigo”. Con queste parole il delegato provinciale del Coni, Lucio Taschin, ferma l'adunata di società sportive, palestre e mondo dello sport proposta dal Coni Point di Rovigo, per un senso di responsabilità che non cancella comunque ciò che lo sport richiede.

“La situazione che si sta creando non permette di rischiare in nessun modo, soprattutto quando a muoversi è un'altissima istituzione come il Coni – sottolinea il numero uno dello sport provinciale - Con questo ho chiesto, non solo al sindaco di Rovigo ma anche alle altre amministrazioni comunali polesane, che lo Sport, in tutte le sue forme, sia oggetto di grandissima attenzione nei prossimi mesi e non solo. Non parlo solo di interventi economici ma della possibilità di veder elevata la progettualità che gira attorno al mondo sportivo”.

“In questi giorni si sta parlando della riforma dello Sport, vi sono dpcm che ci riguardano direttamente, si stanno stanziando risorse per uscire dall'emergenza. Ecco, vorrei che fosse l'occasione per considerare tutti gli aspetti sociali della vita delle persone come priorità assolute per la ripresa. E lo sport è una di queste priorità, ovviamente dopo la gestione della grave emergenza sanitaria ed economica”, conclude Taschin.

Dello stesso avviso il presidente regionale del Coni, Gianfranco Bardelle. “Lo Sport ha dimostrato fin dall'inizio un grande senso di responsabilità e di capacità di uscire dalle difficoltà. Ciò però non basta. Serve un gioco di squadra tra le istituzioni per salvare un grande patrimonio italiano e veneto. Ci siamo fatti promotori nei mesi scorsi di interpellanze, documenti, progetti verso tutti i livelli politici che gestiscono lo Sport. Continueremo in questa opera per tutelare soprattutto le famiglie, i dirigenti e anche chi con lo Sport manda avanti imprese ed economia”.

Banner 2