Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Macchina organizzativa a pieno regime quella del Coni Veneto che, a poco più di una settimana dall'evento, ha ottenuto il benestare dagli organi competenti e dalle singole Amministrazioni Comunali per scendere nelle sette piazze dei capoluoghi di provincia e svolgere la manifestazione denominata “The sport must go on – Lo sport deve continuare”.
Con questo slogan infatti lo sport del Veneto sabato 8 maggio alle ore 11 chiederà attenzione e aiuto concreto per poter uscire dalla crisi che l'ha investito a causa dell'emergenza Covid.
Coni Veneto, Cip Veneto e rappresentanti vari - in primis dello sport di base - daranno luogo ad un presidio statico, pacifico e nel rispetto delle norme Covid vigenti, durante il quale verranno evidenziate le purtroppo molteplici difficoltà in cui versa tutto il comparto dilettantistico.
Difficoltà non solo economiche come spese per affitti, luce, acqua, gas, sanificazioni, minori introiti da parte degli sponsor, ma anche crisi di carattere sociale e psicologico che sta colpendo i nostri ragazzi. Crisi che si manifesta in un calo di adesioni, sintomo di abbandono precoce.
Queste le piazze dove le Delegazioni Provinciali Coni Veneto si daranno appuntamento:

Belluno - (in via di definizione)
Padova - P.tta Pedrocchi-P.zza Cavour
Rovigo - Piazza Vittorio Emanuele
Treviso - Piazza dei Signori
Venezia - Riva Sette Martiri
Verona - Piazza Bra
Vicenza - Esedra Campo Marzo

“Questo presidio pacifico e autorizzato” – spiega il presidente Coni Veneto Dino Ponchio – “sarà un'occasione di incontro e di visibilità per le società sportive e per lo sport di base che, se non verrà aiutato in tempi breve, rischia di morire. The sport must go on, lo sport deve continuare: questo è lo slogan che abbiamo scelto per l'evento, una richiesta di aiuto rivolta a chi può e deve intervenire, ovvero istituzioni, enti pubblici, fondazioni, privati e ovviamente Regione Veneto. Sabato 8 maggio saremo al centro dell'attenzione e quindi dovremo sfruttare al meglio l’occasione per chiedere ciò che ci spetta, ovvero un aiuto vero e concreto per le società dilettantistiche e per lo sport di base”.

Dino Ponchio - Presidente Coni Regionale Veneto
Ruggero Vilnai - Presidente Comitato Regionale Veneto CIP
 

20210509 FlaschMob